auction house

Ferrari 375 Plus. Nel cofano il motore che consacrò al mondo il mito Ferrari

La Ferrari 375 F1 è la vettura con cui la Scuderia Ferrari ha preso parte al Campionato mondiale di Formula 1 1951. Essa ha rappresentato la tappa finale dello sviluppo del V12 aspirato da 4 500 cm³ dopo la 275 F1 e la 340 F1.

La sua evoluzione fu infatti installata sulle 375 MM e dopo un ulteriore sviluppo, con la cilindrata passata da 4,5 L a 5 L, questo propulsore fu montato sulla 375 Plus.

A lei si deve la prima vittoria della Scuderia Ferrari in una gara valevole per il Campionato Mondiale di Formula 1 ad opera di Froilan Gonzalez nel Gran Premio di Gran Bretagna 1951.

La 375 Plus è stata un’autovettura da competizione prodotta dalla Ferrari nel 1954 in soli 8 (otto…) esemplari.

Il motore del modello derivava da quello progettato da Aurelio Lampredi per il Campionato mondiale di Formula Uno del 1951. Quest’ultimo propulsore era un V12 da 380 CV di potenza.

Il modello, carrozzato da Pininfarina, fu voluto da Enzo Ferrari per tentare di conquistare il Campionato del Mondo Sport Prototipi che vinse nel 1954. In questo Campionato la “375 Plus” si aggiudicò la 1000 km di Buenos Aires, la 24 Ore di Le Mans e la Carrera Panamericana.

Il motore (anteriore) era un V12 a 60º e la cilindrata totale 4954,34 cm³. La potenza massima erogata dal propulsore era di 330 CV a 6000 giri.
La distribuzione era formata da un singolo albero a camme in testa che comandava due valvole per cilindro. L’alimentazione era assicurata da tre carburatori di marca Weber e modello 46 DCF/3.

La trazione era posteriore. Il telaio era tubolare in acciaio. La velocità massima raggiunta dalla “375 Plus” era di 280 km/h.

 

Rispondi