for sale

Markets Spots, a rare and beautiful Patek Philippe Amagnetic Ref. 3417 worn by a Navy Officer

IMG_8120

Hans Christian Ørsted (Rudkøbing, 14 agosto 1777 – Copenaghen, 9 marzo 1851) è stato un fisico e chimico danese, che ha avuto un ruolo fondamentale nella comprensione dell’elettromagnetismo. Nel 1820 egli compì un esperimento (noto come esperimento di Ørsted) in cui l’ago di una bussola deviava in presenza di un filo percorso da corrente elettrica. Questo dimostrò che elettricità e magnetismo sono fenomeni collegati; erano state gettate le basi dell’elettromagnetismo. L’unità di misura del campo magnetico fu chiamata “Oersted” in suo onore.

Ørsted

Hans Christian Ørsted (1777 – 1851)

Come sempre si nota quanto le scoperte dell’uomo siano collegate le une alle altre nella creazione e realizzazione di oggetti complessi. Quale esempio migliore possiamo trovare per esprimere questo concetto? Facile: il Patek Philippe Amagnetico. Destinato a tecnici dei raggi X, fisici ed ingegneri atomici la referenza 3417 è sottoposto a test di resistenza a campi elettromagnetici fino a 1200 Oersted. Il test consiste nel posizionare l’orologio in mezzo a due potenti elettromagneti in posizione parallela al campo, si attende l’arresto del movimento raggiunti i 1200 Oersted, poi la ripartenza e poi lo si smagnetizza.

 

Questo splendido esemplare ha una storia molto particolare ed è arrivato fino a noi con un incredibile corredo di informazioni che lo rendono veramente unico. Non tutti gli orologi sono stati al polso di un uomo che ha partecipato a tre guerre…  L’ufficiale di Marina Adalbert F. Swirk, arruolatosi nel 1943 ha partecipato alla seconda guerra mondiale, alla guerra di Corea e, per chiudere in bellezza, alla guerra del Vietnam. Quest’ultima, probabilmente l’ha vissuta con al polso il suo Patek.

Nel 1961 Adalbert acquistò a Parigi un il suo Patek Amagnetico Ref. 3417 per la somma di $ 215. Il fatto curioso è che non l’ha mai indossato per quattro anni fino al settembre 1965 quando decide di volerlo usare quotidianamente. Allora Adalbert scrive una dettagliatissima lettera alla Patek di Ginevra con l’intenzione di spedire l’orologio per una revisione. Inizia così una cordialissima corrispondenza (tutta a corredo) dove si descrivono i dettagli delle operazioni doganali, di imballaggio e dei costi di assicurazione.

 

Si tratta di un raffinato e raro orologio da polso in acciaio inossidabile antimagnetico con certificato originale e scatola Patek Philippe, Genève, Rif. 3417, Movimento No. 730’114, seriale n. 2’618’168, prodotto nel 1961. Cal. 27-AM400 movimento meccanico, doppio punzone di Ginevra, tappo di protezione in ferro dolce, quadrante argentè, indici applicati e numero arabo. Grandi secondi ore sei, fondello a vite, fibbia Patek Philippe.L’estratto degli Archivi conferma la produzione del presente orologio nel 1961 e la sua successiva vendita il 21 giugno dello stesso anno. Ulteriormente accompagnato da un Patek Philippe Certificat d’Origine et de Garantie del 21 giugno 1961, ricevuta di vendita al signor A. F. Swirk per l’importo di $ 215 del 21 giugno 1961, e scatola originale Patek Philippe.

Chi volesse avere, maggiori informazioni circa questo raro Patek può scrivere info@oredelmondo.com.


 

Hans Christian Ørsted (Rudkobing, August 14, 1777 – Copenhagen, March 9, 1851) was a Danish physicist and chemist, who has played a key role in the understanding of electromagnetism.
In 1820 he performed an experiment (known as experiment Ørsted) in which the needle of a compass deflected in the presence of a wire carrying an electric current. This showed that electricity and magnetism are related phenomena; the electromagnetism is born.
The unit of measurement of the magnetic field was called “Oersted” in his honor.

As always you can see how the discoveries of man are connected to each other in the creation and realization of complex objects. What better example can we find to express this concept? Easy: Patek Philippe-amagnetic.
Created for X-ray technicians, atomic physicists and engineers, the reference 3417 is tested for resistance to electromagnetic fields up to 1200 Oersted. The test consists of placing the clock in the middle of two powerful electromagnets positioned parallel to the field, the arrest of the movement is reached at 1200 Oersted, then reboot and then degaussing.
This beautiful specimen has a very particular history and came to us with an incredible set of information that make it truly unique. Not all watches have been on the wrist of a man who has participated in three wars …

The naval officer Adalbert F. Swirk, enlisted in 1943 participated in the Second World War, the Korean War and, the Vietnam War. The latter, he probably gone with his wrist Patek.
In 1961, Adalbert bought in Paris his amagnetic Patek Ref. 3417 for the sum of $ 215. He never worn it for four years until September 1965 when he decided to use it on a daily. Then Adalbert wrote a very detailed letter to Patek in Geneva with the intention to ship the watch for a review. Thus began a cordial correspondence (all supplied), which describes the details of customs operations, packaging and insurance costs.

It is a fine and rare stainless steel wristwatch with original certificate and box-magnetic Patek Philippe, Genève, Ref. 3417, Movement No. 730’114, serial no. 2’618’168, manufactured in 1961.
Cal. 27-AM400 mechanical movement, double punch of Geneva, protective cap made ​​of soft iron, silver dial, applied indexes and Arabic numeral. Great seconds at six o’clock, screw back, Patek Philippe buckle.The extract of the Archives confirming production of the present watch in 1961 and its subsequent sale on June 21 of that year. Further accompanied by a Patek Philippe Certificat d’Origine et de Garantie dated 21 June 1961 sales receipt to Mr. AF Swirk for the amount of $ 215, 21 June 1961, the original box and Patek Philippe.

For more information about this rare Patek write to info@oredelmondo.com.

Rispondi